Cerca

Crescere come una Tigre

Fin dalla nascita ho avuto lo sport nelle vene; ne ho praticati diversi, dall’atletica all’arrampicata, dallo sci al nuoto passando per molti anni di calcio. Poi all'età di 16 anni ho smesso, ho smesso per il tempo che la scuola occupava...

ho smesso perché non avevo la passione di una volta, ho smesso perché non ero scarso in nessuno sport ma non riuscivo neanche ad eccellere.

Per fortuna il tempo in cui sono stato fermo è stato veramente poco.

Un bel giorno, mentre salivo da scuola verso casa ho notato un cartello in cui pubblicizzavano un allenamento "militare", un allenamento spartano, un allenamento per gare “OCR” con tanto di immagini di alcuni ostacoli con pareti, fango, filo spinato e degli atleti parecchio affaticati.

Ho esclamato “questa mi manca!” e con l’incoraggiamento di mio padre ho deciso di andare a provare.

Arrivato nel campo della INFORMA Polisportiva di Nicolosi, si allenavano gli atleti di un piccolo team (ora è cresciuto incredibilmente) chiamato “Tana delle Tigri” sono rimasto parecchio meravigliato; c’erano strutture mai viste fino ad allora e alcuni ragazzi (ognuno con un alias) guidati dal mitico “Tigerman” mi hanno accolto calorosamente spiegandomi in cosa consistesse l’OCR e cosa avremmo fatto in quell’allenamento.

Terminate le due orette di attività il coach Alessandro Garozzo mi ha consegnato un braccialetto con la scritta “No Excuses” spiegandomi che quello era un po’ il motto del team e che quel bracciale dunque aveva un notevole valore e bisognava farne tesoro.

Nei giorni successivi ho preso la decisione di continuare gli allenamenti e così, dopo un mese sono stato accolto ufficialmente dal team ufficiale.

Ora voi magari penserete:

“Quindi mi alleno con voi e dopo un mese entro nel team”

No, non proprio, per entrare nel team non ci sono delle regole particolari legate a tempo, soldi o cose del genere.

Per entrare nel team non devi essere neanche un grande atleta...

All’interno del team siamo tutti dotati di grande cuore, ognuno rispetta chi gli sta accanto, ognuno è dotato di gentilezza, di educazione e di disponibilità, di grinta, voglia di migliorare qualunque sia il livello di appartenenza, ma soprattutto di un grande sorriso sempre stampato sul volto e della costante voglia di aiutare, dentro e fuori dal campo.

Queste sono le caratteristiche che deve avere una tigre, questi sono anche i motivi che oltre a renderci un team ci rendono anche una grande famiglia.

Il primo anno nella “tana” e nel mondo delle OCR non è stato solo un anno di conoscenza di questo nuovo mondo ma è stato anche un anno di soddisfazioni.

Infatti oltre ad avere miglioramenti atletici e fisici ho avuto la grinta necessaria per conquistare diversi buoni posti in alcune competizioni regionali che mi hanno da

to l’opportunità di laurearmi “campione regionale 2019 cat. Under 18”

Il 2020 è stato un anno difficile per tutti ma il gruppo, anche a distanza, non

ha smesso mai di restare unito e compatto, supportandosi soprattutto in momenti incredibilmente difficili nel periodo del lockdown. E questo 2021 è iniziato con il primo posto di Categoria alla prima gara riconosciuta di interesse nazionale dal CONI, la meravigliosa InfernoSnow (ma di questo si parlerà più avanti).

Crescere come una tigre è incredibile a livello fisico e a livello psicologico ma soprattutto è un'avventura divertente ed appassionante! #NOEXSCUSES

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti